Detrazione 2019 per la VMC: approfittane

Airplast è lieta di annunciare la decisione del governo di prorogare le detrazioni 2019 per la VMC che ha mantenuto i benefici fiscali per l’efficienza energetica degli edifici all’interno della nuova Legge di Bilancio e in relazione alle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019.

Detrazioni 2019 per la VMC: ecco come risparmiare

I sistemi di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore rientrano nelle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni, le riqualificazioni edilizie e gli interventi per migliorare l’efficienza energetica degli edifici residenziali, come già definito nella Legge di Bilancio 2019.

Fino al 31 dicembre 2019 è quindi possibile richiedere le detrazioni fiscali del 50% sull’acquisto della macchina per la VMC. Inoltre, in caso di un intervento articolato con progetto dei lavori e rilevazione del miglioramento ottenuto tramite certificazione energetica finale, è possibile accedere alle detrazioni del 65%.

Inoltre c’è da considerare che l’installazione di un sistema di VMC aumenta anche il valore dell’immobile, in quanto un sistema di ricambio dell’aria con recupero di calore contribuisce a migliorare la Classe energetica dell’edificio.

Le unità di ventilazione meccanica controllata dotate di un sistema di recupero di calore con efficienze fino al 90%, possono quindi usufruire delle detrazioni fiscali in 3 modi:

Detrazione al 50% per:

  • interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive d’infissi;
  • schermature solari;
  • caldaie a biomassa;
  • caldaie a condensazione, purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.811/2013.

Detrazione del 65% per:

  • interventi di coibentazione dell’involucro opaco;
  • pompe di calore;
  • sistemi di building automation;
  • collettori solari per produzione di acqua calda;
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro;
  • generatori d’aria a condensazione;
  • micro-cogeneratori (detrazione massima consentita di 100.000 euro).

Restano infine confermate al 70% e al 75% le aliquote di detrazione per:

  • gli interventi di tipo condominiale, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 con il limite di spesa di 40.000 euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio.
  • Qualora gli stessi interventi siano realizzati in edifici appartenenti alle zone sismiche 1, 2 o 3 e siano finalizzati anche alla riduzione del rischio sismico determinando il passaggio a una classe di rischio inferiore, è prevista una detrazione dell’80%, che aumenta all’85% se le classi di miglioramento sismico sono due.

Se sei interessato all’installazione di un impianto VMC per migliorare l’efficienza energetica della tua casa/ufficio, approfitta delle detrazioni 2019 per la ventilazione meccanica controllata.